Daniel Craig, ecco la prima soap durante il Coronavirus

di pask Commenta

Dei baci che sono stati scambiati tramite un vetro in plexiglass e le conversazioni che hanno dovuto inevitabilmente rispettare le regole imposte dal distanziamento sociale. Si tratta della prima soap opera che è stata girata ai tempi del Coronavirus, tra parodia e degli scenari futuri che sembrano molto più vicini e reali di quello che si potrebbe immaginare, in cui il protagonista è Daniel Craig.

Daniel Craig

Daniel Craig e la soap The Sands of Modesto

Ebbene, la soap opera in questione è stata ribattezzata “The Sands of Modesto” ed è stata creata grazie ad un’intuizione da parte del Saturday Night Live, proposta poi con uno slogan particolarmente divertente, che mette in evidenza come pure le parodie che caratterizzano questa nuova sit-com non siano affatto al sicuro rispetto al Coronavirus.

Tra i protagonisti di questa nuova sit-com troviamo l’agente 007: si tratta, in fondo, di clip ironiche che rappresentano una sorta di via di mezzo tra Beautiful e Tempesta d’Amore. Ebbene, l’agente 007 si caratterizza per indossare un simpaticissimo parrucchino platinato, oltre che per avere un pappagallo come animale da compagnia. Insieme a Daniel Craig hanno recitato in questi sketch anche Cecily Strong, Chloe Fineman e Kate McKinnon.

Tra l’altro, proprio nel corso degli ultimi giorni, Daniel Craig ha ricevuto un consiglio davvero interessante, che arriva direttamente da Pierce Brosnan, ovvero colui che ha vestito i panni del mitico agente 007 a partire dal 1994 fino al 2005.

Durante un recentissimo rewatch-party in compagnia della celebre testata Esquire, ecco che Pierce Brosnan ha dato un’occhiata e poi commentato GoldeEye e ha voluto dare un suggerimento a Daniel Craig. Quest’ultimo, infatti, non andrà più a vestire i panni dell’agente 007 dopo l’uscita dell’ultimo film, ovvero No Time To Die. Pierce Brosnan ha sottolineato come il lavoro che ha fatto Daniel Craig nella serie sia stato veramente eccezionale, ma ha anche messo in evidenza come sia arrivato anche il momento di godersi un po’ la vita.

Un grande attestato di stima per Daniel Craig che sembra aver interpretato per l’ultima volta James Bond nell’ultimo capitolo della saga, ovvero No Time To Die, uscito nel 2020 e diretto da parte di Cary Fukunaga: per tutti gli amanti dei numeri si tratta del film numero 25 legato a questa intramontabile saga. Infine, quest’ultimo è stato il primo di tutta la saga a poter contare su una serie di sequenze che sono state girate usando delle telecamere IMAX da 65 mm. Si tratta della seconda pellicola che è costata di più dell’intera serie, visto che ha avuto costi per oltre 250 milioni di dollari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>