Agrodolce, mistero sulla seconda stagione

di Fabio Morasca Commenta

La seconda stagione di Agrodolce, la soap opera di Rai3, ambientata in Sicilia, è sempre più avvolta nel mistero.

La produzione della seconda serie, infatti, si è nuovamente fermata, con i set che sono stati chiusi e più di 200 lavoratori, rimasti senza stipendio.

Dopo il buon successo della prima serie, la realizzazione della seconda ha incontrato notevoli difficoltà: prima il blocco dei finanziamenti da parte della Regione Sicilia, poi le liti tra la Rai e la società di produzione, Einstein.

Dopo che tutto sembrava essersi risolto con i 22 milioni di budget che hanno permesso l’inizio delle riprese, ora tutto è di nuovo bloccato.

La Rai afferma che è la Einstein a dover pagare. I produttori Josi e Olcese, invece, dichiarano che è la Rai a non pagare più le fatture, con la seguente dichiarazione ufficiale della Einstein, riportata da L’espresso:

Da ottobre non ci dà più un euro. Ma il programma andrà avanti, sarebbe una follia chiudere “Agrodolce 2”. Dovevamo fare una soap opera, qualcuno ha voluto fare “Ben Hur”. I costi sono troppo alti, e la macchina ci è esplosa in mano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>